Category: Archivio

Recensione del libro: Prima dei mass media

del docente di Sociologia della comunicazione presso l’Università del Salento: Prof. Stefano Cristante.

Il mondo moderno tende a trascurare, se non ad emarginare l’enorme potenzialità conoscitiva, dovuta alla capacità di farci scoprire quello che noi stessi siamo:come avviene il nostro contatto con la realtà. Il percorso proposto vive per noi, perché si collega con la vita che si svolge intorno a noi, o che si è svolta nel passato, reso così recuperabile, pronto a rivelarci i suoi segreti.Viviamo in tempi in cui il concetto di cultura sta cambiando dalle fondamenta.E’la posizione compromessa ad altre forme di comunicazione. La comunicazione è un complesso intreccio di elementi culturali e intellettuali che struttura i modi in cui il nostro tempo si rapporta a se stesso.Capire la comunicazione vuol dire comprendere molto di più. Risposta apparente alle laceranti separazioni tra sé e gli altri, tra privato e pubblico, tra pensiero interiore e parole esterne;la nozione spiega la nostra strana esigenza a questo punto della storia.La traduzione di questi fatti in termini di filosofia dei media è che i media sono il territorio principale per la rappresentazione del mondo intesa come società dell’info-spettacolo.Per la rappresentazione dello spettatore inteso come info-attore.Per gli studiosi di comunicazione c’è da fregarsi amaramente le mani.Nonostante gli esseri umani siano denominati da Aristotele”animali che parlano”fin dall’antichità, solo dalla fine del XIX secolo noi ci definiamo attraverso la capacità di comunicare gli uni con gli altri.

●Il presente lo spieghiamo attraverso la storia.

●Ogni epoca ha una sua unicità.

●Il cambiamento prevede rotture epistemologiche.

●La storia  è discontinua e muta continuamente:fratture epistemologiche;modi attraverso i quali la società si rende disponibile per l’interpretazione.

●Il linguaggio, i segni, le parole sono in grado di rispecchiare autonomamente la realtà delle cose.

●La realtà può essere perfettamente rappresentata dalle parole.

●L’ordine diviene produzione:diviene prodotto;rappresentandola, producendola.

●L’evoluzione sociale deve mettere a confronto l’interazione:i sistemi.

●Stato-economia-interazione. Come (i sistemi) processi di razionalizzazione hanno colonizzato il mondo della vita.

●Ruolo dell’intellettuale.-Interprete critico della realtà:invasione della logica strumentale.L’autore ci pone a chiederci:-Che cosa è la sociologia di  tipo storico?E’il tentativo di studiare scientificamente la società con cui

la sociologia si è organizzata.

●Quando diciamo moderno ci definiamo ad un’epoca contraddistinta da un peculiare episteme:un punto tra un prima ed un dopo.

1)Collocazione:discontinuità del passato, rottura con il passato, continuita’con il passato intesa come evoluzione.

●Modernità compiuta:secolarizzazione.Progressiva laicizzazione.

●Rivoluzione scientifica:rottura radicale con il passato(idolatrie, iconoplastie).

●Il singolo individuo controlla la propria presenza nel mondo a partire dai suoni di riferimento ma soprattuto dall’immersione nella rete dell’oralità’:gli storici delle epoche pre-alfabetiche.L’arte lupestre è arte sacra tribale.

●Il linguaggio ripetitivo dell’oralità’ scandisce la lenta presa di confidenza con i concetti astratti da parte dell’uomo tribale, che trova difficile estrapolare il concetto dal fatto accaduto nel corso della sua esperienza.

●I linguaggi orali e scritti si fondano su caratteri elementari:’pittografici’.

●La nascita della scrittura cuneiforme.

●Scribi:costituivano una casta protetta dal potere politico-religioso.

●Uso del papiro.= Più maneggevole, più usato rispetto alla pergamena(origine animale)che è più resistente ma di complessa lavorazione.

A partire dall’oralità’e dalla scrittura, lo spazio urbano compiuto-la polis ha risentito in misura crescente dello sviluppo dei media e li ha usati per includere e per escludere gruppi sociali dal potere.Gli imperi dell’antichità classica hanno progettato e quindi realizzato grandi vie e grandi infrastrutture dove correvano messaggi scritti su papiro.Il sistema mediatico(del tempo) consenti’ alla chiesa cattolica di resistere agli ultimi sconquassi delle invasioni barbariche e di tenere in piedi il principio dell’autorità occidentale.

Scrittura come medium della propaganda religiosa a svolgere un ruolo centrale, finché la sua funzione egemonica viene depotenziata dall’espansione delle classi mercantili e delle università come centri laici di trasmissione della conoscenza.

●L’irresistibile ascesa della stampa(Guttemberg).

●Rivoluzione Inglese, Francese, Americana.

●1789’Guerra di propaganda’.

●Enciclopedye di  Diderot e l’Alambert.

●Costruzioni del sapere:informazioni e notizie.

Nascita dei giornali e dei nuovi mezzi comunicativi.

Comunicazione di massa in una società a base metropolitana.

Telegrafo e altri mezzi di comunicazione che si sono affermati nell’evoluzione ciclica di eventi e storie.

Fiorella Ricchiuto

Natale 2013

image9

BUON NATALE

In quel Cielo oltre il firmamento risuona il coro immenso delle voci di ammirazione e di lode a Dio.
Faremo girotondi come bambini davanti a Lui,come piccoli fanciulli entusiasti, gridati, ammirati…
Fanciullamente tutti a gridare incantati: <<Dio è bello!>>.
E’ un’ammirazione che zampilla dal cuore:come un ruscello dalla fonte.Voce incantata e tenera.
Poesia religiosa del nostro tempo.
La forza delle sfumature.Si entra in punta di piedi nella vita, lasciando che sia il mistero che ci avvolga a disegnare i colori dei nostri occhi.
La forza dei colori appare nella sua evidenza più convincente proprio nelle stagioni di mezzo oppure nei frammenti di tempo che segnano i confini inafferrabili di ogni inizio o fine di giornata (esistenziale).
Tutto si trasforma e si propone di una inedita e imitabile armonia di tonalità e dettagli.

Natale (5)
Si entra in punta di piedi nella vita, allo stesso modo in cui si addentra con rispetto e attenzione nel cuore di un bosco che custodisce dettagli e sfumature infinite, quelle che si riflettono sui volti, quelle che si imprimono negli occhi di ogni camminatore che sa penetrare il mistero che lo avvolge e che lo custodisce.

Natale (24)

Al crepuscolo del giorno-e della vita – è possibile apprendere cose nuove, proprio da ciò che ancora non ci appartiene e che  non è diventata già carne della nostra stessa carne, vita della nostra stessa vita.
Dall’osservazione dell’irriducibilita’ delle credenze ultime ho tratto la più grande lezione della mia vita.
Ho imparato a rispettare le idee altrui, ad arrestarmi davanti al segreto di ogni coscienza, a capire prima di discutere, a discutere prima di condannare.

Natale (3)

La bellezza permette lo stupore.
Lo stupore ottiene il riconoscimento e l’incontro.
Ci si  avvicina a ciò che attrae e si cerca ciò che è diverso da noi stessi.Da qui comincia il mistero e la forza.L’alba ha parole diverse per ciascuno sguardo che la attende.
Si può stare in silenzio.Ma la verità non viene tradita da parole tese a condividere, a far conoscere, a lasciarsi abitare.Fuori si legge solo ciò che abita dentro.
Ciascuno è fatto di frammenti, quelli che si mostrano solo a chi cerca il tutto nel particolare.Non sempre è facile cogliere le sfumature, quelle che nutrono di sostanza storie, volti, nomi.Si tratta di dettagli.Ma, di particolari che svelano il ‘non compiuto’,il  mistero di una pienezza.Abita dentro ciò che è essenziale, non appare ma vale.Non ostenta ma è per tutti.Non attrae, ma invita a entrare dove, troppo spesso, si teme di cercare.La luce nuova si fa spazio nell’oscurità. Si cresce dove c’è voglia di imparare, ricevere, accogliere.

Natale (26)

Nella gentile poesia del suo animo sublime ci richiama ad un’amore che è una scintilla in noi deposta dall’infinito fuoco della carità divina.
Racconta la sua viva fede, dal suo animo impegnato dalla luce biblica della creazione.

Natale (29)

Rivestiti di sorriso e di semplicità in questo momento di festa.Sii pronto a ‘danzare la vita’.Credi nell’efficacia della grazia.Sii cercatore di Dio nella verità ardente.Per crescere con Lui verso la salvezza.

Natale (31)

Per vivere in quella luce è necessario mantenersi in contatto con i santi, o addirittura amarli con devozione.Essi ci invitano con insistenza all’ascesa, ce ne indicano il sentiero, ci si offrono come capicordata.
E’ soltanto questione di coraggio e insieme di fiducia nel potere  onnipotente della Grazia che Dio offre sempre a tutti, specialmente ai più umili, spesso agli esseri più fragili e meno dotati.

Natale (28)

Il mondo che vogliamo non è forse un mondo di armonia e di pace, in noi stessi, nei rapporti  con gli altri, nelle famiglie, nelle città, e nelle altre nazioni?
E’la vera libertà nella scelta delle strade da percorrere in questo mondo. Non è forse solo quella orientata al bene di tutti e guidata dall’amore?…

Natale (22)

Quando l’uomo pensa solo a se stesso, ai propri interessi e si pone al centro, quando si lascia affascinare dagli idoli del dominio e del potere, quando si mette al posto di Dio, allora guasta tutte le relazioni, rovina tutto;apre la porta alla violenza, al conflitto…

Natale (23)

Ognuno si animi a guardare nel profondo della propria coscienza e ascolti quella parola che dice:-esci dai tuoi interessi che atrofizzano il cuore, supera l’indifferenza verso l’altro che rende insensibile il cuore, vinci le tue ragioni di morte e apriti al dialogo, alla riconciliazione:guarda al dolore del tuo fratello. Ferma la tua mano. Non aggiungere altro dolore.Pensa ai bambini.Ricostruisci l’armonia che si è spezzata.Questo non è lo scontro ma è l’incontro-!…

Natale (25)

Uno sguardo sereno mi farebbe felice, un sorriso ogni tanto forse mi basterebbe per vivere.Respira con Lui questa gioia che vi lega anche senza bisogno di molte parole.

Natale (27)

Ogni altro bene riceve il suo pieno valore e significato.

Natale (30)

Stella che vien  dal cielo incantato
mostri bagliore nei cuori di noi viandanti.
Burattini esistenziali manipolati e manipolatori di un teatrino corrotto.Conducici nell’aurea vivida e ‘autentica’ dell’infinito amore.
E’Dio il padre che colora le nostre stagioni.
E’ Lui che illumina le nostre menti.
Gioia esistenziale…
Ci conduce nel simbolo di unione e riconciliazione, dei popoli.

Natale (4)

Noi l’abbiamo visto, noi abbiamo provato sulla pelle che la convivenza è possibile.E allora perché non continuare questo progetto?

Natale (7)

Un solido ponte di amicizia e dialogo. Uno scambio interculturale con gli altri ha fatto provare sulla nostra pelle che la convivenza è possibile e che là dove c’è un problema…c’è una soluzione.

Natale (8)

Auguri a  tutti voi che sperate e  vivete la gioia nel profondo del vostro cuore.Auguri a tutti i cicli esistenziali. A voi grandi e piccini.Giunga il mio più sentito
Augurio. Spero di irradiarVi…
Ancora di più.

Natale (9)

Coltiviamo i fiori più belli del giardino della nostra anima e godiamo del loro profumo.Lo stato naturale delle cose è l’abbondanza, la vita è rigogliosa e gioiosa.La ricchezza non è altro che una forma mentale. Siamo esseri infiniti.

Natale (10)

Conserva la memoria delle sue esperienze, pur rinnovandosi continuamente.Un atteggiamento mentale fluido e consapevole è la chiave per vivere serenamente, affrontando con entusiasmo le sfide che la vita ci propone ogni giorno.

Natale (12)

La realtà è costituita da un insieme infinito di segnali che ci circondano e che noi selezioniamo, cercando di decifrarne i significati per comprendere chi siamo davvero.

Natale (13)

Lo splendore è un diadema glorioso del Regno universale di Gesù Cristo, nostro Signore.

Natale (14)

La voce arriva fino al cuore e lo interpella.Sotto l’impulso della grazia diviene strumento di conversione.

Natale (21)

Oh!Maria,con gli Angeli in luce e i Santi in  letizia, noi ti salutiamo Regina del Cielo e della Terra e ti invochiamo a regnare su tutte le anime e nei nostri cuori a te consacrati.

Per la grazia  divina di cui sei  generosa dispensatrice, fa’ che tutte le menti conoscano  Dio nella verità, tutti i cuori lo amino nella carità, tutte le volontà siano soggette nell’umiltà.

Natale (21)

Vieni Gesù, ho tante cose da dirti.
Ti voglio adorare.
Vieni, o Gesù, non tardare oltre.
Accetta il mio invito.Vieni.
Nel profondo del mio cuore.Nella mia mente.
Nel silenzio della mia esistenza.
In ogni battito pulsante.
Sii il mio segno vivo.La mia via in eterno.

Vector abstract design. Christmas tree.

Felice di poter seminare un piccolo seme per vedere così germogliare l’enorme grandezza.

Natale (11)

Magica atmosfera nel regno incantato della fantasia.Lucenti  luccichii raggiungono posti anche molto lontani da casa.Tempo della creatività…
Vittoria di grandi e piccini.
E’ un modo per comunicare e diffondere gli strumenti semplici;annunciare Gesù Cristo il Signore. Ogni comunicazione sociale rivolge la diffusione della parola
attraverso le immagini autentiche e fattizie.E’ l’efficacia del Vangelo.

Natale (17)

Con la gioia nel cuore vivete la fede e testimoniatela.

Natale (18)

Con voi desidero realizzare i  miei progetti.

Natale (16)

Racchiudo il mondo in un oblò con tutte le sue lucentezze.

Natale (20)

Oh!Divina  Sacra Famiglia, proteggete il mondo intero.Tutto il creato sia benedetto in eterno a Voi.

Natale (33)

Giglio del mio cuore vigila nella mia vita e in tutti coloro che credono e non.Sei candida atmosfera di un luogo incantevole!

Natale (15)

image3

E FELICE ANNO.

Estate con un tocco di magia


Finalmente sono arrivate le vacanze canoniche e non vedete l’ora di sdraiarvi al sole tutto il giorno, aspettando che qualche amico vi trascini sotto l’ombra per evitarvi il colore aragosta. Estate, ci si guarda attorno…gli ormoni si rimettono in circolo. E che dire?…Mettendo alla prova le vecchie storie d’amore, magari chiudendoli a “favore” di qualcun altro …Compagni ed amanti si alterneranno nelle “stesse lenzuola forse”? Tuttavia ci sarà chi rinverdirà il rapporto a due tra una incertezza e l’altra…l'”altra”?…Scherzo, lasciatemelo fare, è estate! Si, sto parlando a voi che potreste lasciarvi andare alle piacevolezze più profonde dell’estro venereo e dell’amplesso dando vita a flirt ed istintive ed intuitive soddisfazioni sul piano sessuale: memorabili! L’amore dura finché dura, così ci sono coppie che si prendono e stanno insieme per tutta la vita e altre che scoppiano. C’è chi si lascia e non vuole più vedere la faccia dell’ex. Poi c’è chi si consola in fretta e si butta immediatamente in un’altra storia. Ma c’è una cosa che accomuna tutti: la ricerca del grande amore.
FELICE ESTATE! Estate, e la parola d’ordine non può che essere “al sole” e non importa se su una spiaggia più o meno alla moda, su un sentiero di montagna o nel placido relax di un agriturismo. C’è una vocina nascosta che invita a godere della luce, che comanda di” fare la scorta” -insieme al meritato riposo-di raggi solari, per ricaricarsi come un pannello fotovoltaico. In un certo senso è proprio così: il nostro corpo non può fare a meno -per dare il meglio di sé e star bene in ogni stagione dell’anno e della vita-del potente aiuto del Sole.
Il sole è il tuo modello, esso brilla per tutti, non giudica, non discrimina, non esclude ma invece distribuisce luce e calore con assoluta generosità. Altra cosa che non devi dimenticare, brilla di luce propria, il suo splendore non è frutto di artificio, è semplicemente l’espressione della sua vera natura. Se riuscirai ad essere come il sole sarai felice e ammirata/o, non per ciò che ti sforzi di sembrare, ma per ciò che veramente sei. Il sole non ha bisogno di fingere, non si sente sminuito della notte, si prende i suoi tempi sapendo che, proprio quando è assente, noi lo desideriamo ancora maggiormente, che il buio non fa che aumentare l’attesa dell’alba, il sorgere di un nuovo giorno, il suo ritorno. Se ti limiti di essere ciò che sei sarai amata/o molto di più e la vita diverrà più leggera.


Nell’anno dei grandi cambiamenti interiori anche l’estate avrà una buona dose di energia simbolica che ci permetterà di scoprire parti della personalità che sono rimaste nascoste finora. Spegni la mente, accendi lo spirito, colora l’anima…La direzione perfetta della tua estate passa da un luogo che conosci bene e che ti regala forti emozioni, prosegue per un posto che non conosci per niente dove ritrovare la parte più intima di te. Sembra l’estate dei desideri, uno lo puoi esprimere anche adesso: potrebbe realizzarsi…Da parte tua dovrai mettere entusiasmo e superare gli ostacoli legati ad una visione del mondo che ti ha amareggiato. Abbandona i tuoi soliti schemi, accetta un invito da amici o regalati tanti fine settimana. Comunica col cuore e non solo con la mente. Al contrario lascia che una persona gentile d’animo conquisti il tuo cuore. I sogni più arditi, i ricordi più belli e i desideri che volete realizzare con coloro che appartengono alla vostra famiglia. Senza le persone che vi amano e vi stanno accanto non riuscirete a tuffarvi nel vostro mare della fantasia: per voi ogni sogno è infatti condivisione. Nei rami della fantasia, quindi, possiamo comprendere la sua stessa essenza nel modo più profondo e magico.


VIAGGIO ESISTENZIALE

Cullerò i tuoi dolci pensieri…Soffierò nel vento caldo del tuo cuore e batterò le ali dell’infinito per vederti ridere .Ridere di cuore! Cavalcherò strade, viottoli e estese maree. Salperò sul cielo grande e nell’illimitato spazio userò nuovi linguaggi, darò nuove interpretazioni. Plasmeremo insieme le nuove forme dando colore al solecaldo.
Ruoteranno i cosmi ciclicamente mentre le comete scenderanno a cascate nell’inteso fuoco esistenziale. Ogni dimensione raccoglierà le sue gocce di vita nelle primavere fiorite. Fiori nuovi esploreranno i nostri sentieri. Pulserà nitido il cuore in verdeggianti ninfee. Ore 21.10 del giorno 16-06-2013.



Finalmente un po’ di refrigerio! Ripercorriamo con la mente, fin nei minimi dettagli, un episodio dove abbiamo provato una bella sensazione di freschezza. Dai condizionatori che si mettono in funzione con il cellulare agli umidificatori, dai ventagli ai miniventilatori da borsetta. Non c’è che l’imbarazzo della scelta, e sono sicura che almeno uno di questi oggetti è in qualche modo legato a un vostro personale ricordo .Buon fresco a tutte! I nostri ricordi piacevoli possono aiutarci a vivere meglio ogni situazione.


Il succo della vita esprime le sue potenzialità nei dolci sapori. Si affaccia in una cascata di eccellenti primavere. Acromatici colori vivacizzano i nostri volti. Condividiamo insieme questi momenti di allegra beatitudine.


Allegria!Una cascata d’acqua inonda i nostri candidi volti. I fiori ci guardano e ci innaffiano come piccole e grandi piante verdeggianti. Danziamo sul mondo a ritmo di spruzzi d’acqua.


Ah! Ah! Ah! Che risate! Le angurie sono nostre! E di uno squisito sapore…Sembran bocche fiammeggianti e succulenti che sorridono ad ogni morso.


Raccogliamo il fiore estivo.


Brindiamo al mondo con allegria alla grande Festa d’Estate.


Oh! Oh! E rimasta una fetta sospesa. Offriamola agli dei.

Festa della mamma 2013

La capacità di vivere nel presente
E’ possibile assomigliare a una delle più grandi icone dello stile, lasciarsi travolgere da romantiche, travolgenti, divertenti, uniche storie: la vita.
Mi incamminai, senza mai voltarmi indietro.
Non potevo credere che stesse succedendo.
Mi afferrò una mano e io sentii il cuore scoppiare.
Fu un bacio lungo e appassionato, un bacio nel quale ci raccontammo tutto quello che le parole non erano riuscite a dire.
Chiusi gli occhi: pensavo di sognare.
Appoggiò le sue calde labbra sulla mia bocca implorante invitandomi a esclamare:
“La vita abbraccia in modo un pò troppo intimo sentimenti primordiali:  amori”.
Mi sentii avvampare dentro, guardai da un’altra parte, ma sapevo benissimo che non mi veniva bene.

———————————————————–
Avevo varcato la soglia dell’esistenza.
Avevo battezzato l’inno alla vita.
Si! Era il mio viaggio esistenziale.
Megalattico. Magico. Non dormivo mica!
Vedevo tutto in un’altra dimensione.
Il mio filmato primordiale…
Sarà stato forse un angelo soave, sorridente a posarmi su questa terra?
E’ successo tutto cosi in fretta: devo andare a rivivere emozioni cosi importanti. Un bambino è pronto a tutto? Abituarsi alla nuova realtà?
Il pancione che cresce. Deve essere come un gioco: Sai, la mamma aspetta un bambino….
Tutto il mio tempo è oggi.

———————————————————–
L’unica cosa veramente importante per non sprecare la vita è realizzare la propria natura.
Come se si aprisse una porta: il futuro.
Occorre leggere il suo bisogno di ordine che è certamente in atto.

———————————————————–
Non potevo credere che stesse succedendo.
In quell’esatto momento, con un tempismo perfetto, un fattorino bussò alla porta:
” Ho una consegna per lei”, disse, reggendo in mano un mazzo di rose rosa. Era il mese di maggio. Il mese del risveglio esistenziale.
L’ingrediente speciale: il segreto della vita racchiuso nella magia o nell’aggressiva e sfrontata conoscenza.
Il destino ha in serbo una dolcissima sorpresa.
All’improvviso il coronamento di un sogno sembra coincidere con la realtà. Ma chi può essere all’altezza delle sue bizzarre richieste?
Sfilai lentamente il cartoncino bianco dalla sua busta.
Sorrisi. Era senza firma.
Lo lessi e lo rilessi innumerevoli volte, mentre le lacrime, copiose, mi rigavano le guance.
Su quel leggero pezzettino di carta, con una calligrafia incerta, c’erano scritte le più belle parole che un uomo avesse mai potuto dirmi.
Erano le parole che aspettavo da tutta la vita, le parole della vita.
Il più bel regalo. I sogni si avverano.
Sei pronta ad essere mamma?
“Lo capisco”.
Il cuore iniziò a battermi più veloce in petto.
Le gambe avevano cominciato a tremarmi e mi mancava il fiato.
La vita ha fatto le sue scelte. Ha scelto te!

———————————————————–
Il tempo è un valore che sta acquistando sempre più importanza. La consapevolezza è la chiave di tutto. Per essere felici bisogna conoscere se stessi, sapere quali sono i nostri limiti e le potenzialità.
La coltivazione di sè, la ricerca della propria misura con il mondo sono impegni indispensabili per chi vuole raggiungere la felicità.

———————————————————–
C’è chi dice che è un bene materiale. E chi spirituale.

———————————————————–
Oh! Madre Santa! Aiutaci nel Grande Cammino Esistenziale.
Guida i Tuoi Figli a conoscere, rimuovere, rinnovare con gioia ogni giorno della vita.
Tutto può essere splendente se è guidato dalla Tua Onnipotenza.
Non abbandonare i deboli: gli incompresi, gli aflitti, i bambini e chi si presta ai tuoi piedi con umile devozione.
Insegnaci con Beatitudine a modellare e a far crescere la sapienza attraverso la conoscenza.
Il bene comune è divisibile per tutti nell’uguaglianza e nel rispetto reciproco.
Confido in te in eterno.

———————————————————–
E’ un viaggio esistenziale.

———————————————————–
Costruiamo insieme il nuovo mondo.
Con gioia piantiamo il seme della vita.
Il germoglio spunterà nelle sue innumerevoli forme dando nuovi linguaggi e nuove interpretazioni.
Conoscere significa analizzare.
Esplora insieme a me.
Avventurati nella nuova dimensione.
Sii partecipe di questo evento creando le condizioni per alteri scambi con gli altri: “Viaggiatori urbani”. Produttori di un futuro tutto da scoprire.

———————————————————–
L’eco della vita sussulta nell’oceano esistenziale.
Si risveglia il cosmo con acque cristalline in terreni fertili: protetti, vergini, incontaminati.
Mi avventuro con la bussola e la clessidra.
Sono infiniti i granelli della vita.

———————————————————–
Come una fiaba la mia vita iniziò fra le trame di un telaio, tra il sorriso di mia madre. Negli occhi dell’innocenza, nel desiderio sconfinato e possente. Il cuore pulsante che sbatte le ali “Esistenziali”.
Volge lo sguardo il Buon Dio e tutte le creature.
Fissa con attenzione lo sguardo ingenuo.

———————————————————–
Ti accorgerai…
L’abbraccio di una madre.
L’appagamento, la beatitudine del gesto.

———————————————————–
Raccoglierai i frutti nella quotidianeità e ciclicamente tramanderai questa favola esistenziale: la vita è un bene prezioso per tutti.

———————————————————–
Benvenuto nella nuova dimensione.

———————————————————–
A tutte le mamme
Ha un’innata capacità di far sentire a proprio agio le persone con le quali parla.
Ride in maniera smorfiosa e mi dà un piccolo pugno sulle spalle.
Non riesco a credere…
Mi sembra un sogno.
Rivederti…
Ride del mio sguardo perplesso e poi aggiunge:
– ci aspetta un’impresa titanica….
Sono immersa in un silenzio irreale.
Siamo arrivati davanti alle nostre rispettive porte, ci salutiamo sottovoce, dandoci appuntamento per le mattine successive.
In fondo, “la felicità non è altro che il profumo del nostro animo”.
Punterò la sveglia anche all’alba.
“Va bene! Mi sembra perfetto. Dove vuoi che ci vediamo?”….
E cosi bello riuscire a desiderare qualcosa che non fosse apparente.
Mi dà un bacio lieve sulla guancia.
Per un attimo sono avvolta dal suo profumo.
Mi sento sicura e serena.
L’inverno sta cedendo il posto all’estate: esistenziale.

Inno alla Vita

Benvenuta Primavera

Germoglia il fiore della vita

Inno alla vita

Nelle tue mani germoglierà la speranza contemplata come fiore.

La vita non può essere solo una corsa…

“Forse in un’altra situazione starei ancora correndo senza soffermarmi su quelle che sono effettivamente le cose belle della vita”.

“L’incontro con l’altro rappresenta lo stimolo a sviluppare ciò che di buono ci portiamo dentro”.

Aver cura della vita: l’interpretazione dell’universalità della salvezza in Cristo di fronte alla pluralità di religioni e mondovisioni; è l’occasione per interrogarsi sul valore della libertà religiosa.

È proclamata da tutti ma nei fatti troppo spesso negata dalla cultura secolarista.

Il cristiano si riconosce mendicante e fruitore di una gioia che lui non saprebbe darsi da solo.

La gioia non si compra col denaro: questo, per molti, è un vero dramma.

La speranza nasce in cuore mite.

Le radici della speranza attecchiscono solo in un terreno umile.

Ti prego dunque, oh! nostro Signore,

perché Tu Solo puoi scacciare con il Tuo Splendore

la nuvola della suggestione diabolica, che copre la Terra

della nostra mente.

Riempi il nostro vuoto, dissolvi le tenebre dei nostri peccati,

affinché meritiamo di giungere alla pienezza della vita eterna

e alla luce della gloria infinita.


Nella cella interiore dell’anima c’è l’universo

Dentro di te,nella cella interiore dell’anima,c’è,in germe,l’universo.I tesori dell’intelligenza,della volontà e della memoria costituiscono il primo dono di Dio;vanno perciò usati verso di Lui.Abituati a leggere le creature per imparare ad amare sempre di più il Creatore.Come su un’arpa d’oro lo Spirito Santo ha illuminato la mente degli scrittori sacri(agiografi),perchè scrivessero tutto e solo quello che voleva fosse scritto.Lo Spirito Santo infondendo in noi il seme della fede,col Battesimo,ci comunica la Pasqua di Gesù e fa di noi dei risorti alla vita soprannaturale.La Resurrezione di Gesù è il centro della rivelazione cristiana e della Fede della Chiesa,l’avvenimento unico e totale della storia,nel quale il Padre ama e salva l’umanità nella gloria di Cristo,per mezzo del dono ricreatore dello Spirito Santo.Se la parola salva,ciò avviene per la potenza del Mistero Pasquale.La Parola di Dio ruota intorno alla Pascqua,come al suo centro.Lo scopo della Parola di Dio è quello di farci partecipare ai frutti gloriosi della resurrezione.Ogni grazia scaturisce dalla resurrezione,attraverso la Parola.Nei giornali,nelle conversazioni,nel commercio-dovunque-le parole dominano il mondo. Quanti discorsi in giro!La parola è il naturale mezzo di comunicazione tra gli uomini;parlare è comunicare.Basta dare uno sguardo alla stampa:la fiera delle parole!Parole acute che offendono come spade;parole buone,preziose come l’oro;parole gettate al vento,inutilmente…Iddio,per farsi conoscere,per comunicare con noi ha scelto le parole.Ma le parole umane sono sillabe balbettate;la Parola di Dio è vita,si identifica con una persona vivente:Gesù-il Verbo(parola) di Dio fatto uomo.CRISTO E LA PAROLA DEL PADRE.-Ignorare la scrittura-diceva S.Girolamo-è ignorare Cristo-.La rivelazione dei fatti della Storia Sacra é pervenuta a noi dunque con un fatto che é diventato parola-Parola di Dio:Gesù Parola-persona.Lo scopo della parola di Dio è l’annuncio del Mistero Pasquale,il messaggio della morte e Resurrezione di Gesù:-Cristo è risorto-noi ne siamo i testimoni!-.Per questo la parola di Dio è ancora oggi viva e palpitante.E la luce che illumina ogni uomo che viene a questo mondo; e un maglio che stritola le pietre;è spada tagliente che divide il bene dal male;è seme divino,alimentato nell’ascolto dello Spirito. E-come la pioggia e la neve discendono dall’alto dei cieli ma non vi ritornano senza avere innaffiata,fecondata e fatta germogliare la terra,perchè produca il seme al seminatore e il pane per mangiare,così la parola che esce dalla mia bocca non ritorna a me senza frutto,ma compie ciò che desidero e adempie la sua missione.(Is.55,10,11).La Parola di Dio,è nella Chiesa,proclamazione del mistero della salvezza che viene realizzato nella Eucarestia.-Nella parola di Dio è tanta efficacia e potenza da essere sostegno e vigore per la Chiesa e per i figli della Chiesa saldezza della fede,cibo dell’anima,sorgente pura e perenne della vita spirituale-.Il mondo,dunque,è come uno specchio che rivela la bellezza del Creatore.Fai attenzione alla scala dei valori:da un grado di perfezione precisa si passa a un grado di perfezione superiore.Una pietra ha la sua precisa configurazione,ma non vive.La pianta vive,ma di una vita inferiore a quella degli animali.Gli animali non hanno lo spirito immortale,come l’uomo.Nota poi una legge costante della natura:niente è fatto a caso,ogni cosa ha il suo fine determinato.Un particolare interesse:le creature inferiori servono al bene delle creature del regno a loro superiore:così i minerali,ridotti a concimi chimici,alimentano la vegetazione delle piante.I vegetali diventano cibo degli animali e gli animali servono e sono nutrimento degli uomini.E la legge del sacrificio,del seme che,per crescere e dare frutto,deve prima marcire.Anche l’uomo segue questa legge di immolazione:nel sacrificio trova la sua grandezza.Perfino la morte-per la resurrezione di Gesù-è seme di gloria.Gesù ha il primato universale,è il principio stesso del cosmo.Quale posto ha l’uomo in mezzo alle meraviglie del creato?L’uomo è un microcosmo,un piccolo mondo perchè racchiude in sè una parte degli altri regni della natura:lo smalto dei denti e le ossa sono di ordine minerale;i capelli e le unghie di ordine vegetale;i sensi di vita animale;la sua intelligenza e volontà di vita spirituale…L’uomo è costituito re dell’universo intero…Per questo l’uomo,adorando,ringraziando Dio è come se tutto l’universo l’adorasse.Come e più del direttore di orchestra che dirige e raccoglie in una sola la voce dei diversi strumenti musicali…N.B.Non si può profanare…perchè si ama sconfinatamente la persona cara:la defunta.Chi soffre è già crudelmente provato nel corpo,nello strazio.Il dolore più forte lo porta nel cuore.

Natale 2012

Natale 2012

Rinnovati! Rinnovati!
Linfa e ninfea germoglia.
La stagione metamorfica
Segue il suo Ciclo Esistenziale in una dimensione abissale.
Il sentiero si incide nelle insenature dell’esistenza,
nei volti dell’umano, nel cuore pulsante dell’individuo.

La Tua Luce illumina -> Maria
Ci illumina

La Tua Luce illumina -> Giuseppe
Ci illumina

La Tua Luce illumina -> Gesù
Ci illumina

Come una stella illumini la fiaccola nelle mille fiaccole;
nelle mille aurore ci appari.

Ed ecco aprire le porte dell’Eden in un giorno speciale:
E’ Natale! Splendore Trino della Sacra Famiglia
abbracci il popolo nelle sue infinite realtà.
In te confidiamo. Vediamo ancora il gelido freddo della grotta
nel cuore di ogni viandante.

Sciogli, oh! Maria la nostra pena esistenziale.
Conducici nell’Aurora dei Popoli.
Il mondo è stanco! Della monotonia. Nulla appare candido se non
confidiamo in te il nostro penare.

Questo mondo ci appartiene e non ci appartiene…
Abbiamo voglia di vivere e compiere il tuo progetto, il tuo percorso, il tuo sentiero ORA.

Perché ora vogliamo esultarti ed esultare in eterno l’Onnipotenza del Bambino Gesù.

Entra! Entra! Nei nostri cuori.
Abbracciaci. Fatti piccolo e grande in ognuno di noi.
Gesù in te confidiamo.
Giuseppe in te ci rivolgiamo.
Ora! Abbiamo capito forse che abbiamo bisogno di rinascere tra le tue viscere, la tue braccia Maria.

Due mondi separano i 1000 cieli suddivisi in strati.
Gli Angeli coronano le dimensioni Elevate
di un mondo che splende di Luce Candida.
Ci conduci in questa via oh! Maria?
Ti vedo sorridere ora.
Son tutta un tremito. Sono tra le tue braccia.
Come una piccola bimba mi lascio cullare.
Quanta pace in questo mondo.
Sento un uccellino cinguettare nello stormo infinito.
Cielo terso si scioglie nelle campane in festa,
nel distendersi dei prati,
nell’insenatura dei viottoli
nel ruotare del sole.
Nel canto dei fiori.
Nel profumo inebriante di una dimensione mistica.
In uno stormo di farfalle che gridano:
E’ Natale!
E’ Natale!
E’ Natale!

Ore 2:06 del 21/11/2012

Fiaba di Natale; Felice Anno Nuovo.

Oh! Piccola bimba dai capelli color d’oro.
Scruti il mondo come una trottola.
Gattoni sulla soglia del mistero,
sulle mattonelle dell’infinito.
Piccola fiamma. Fatina di creatura
Illumini il sentiero di un mondo speciale.
Su! Fa presto! Varca la soglia.
Un mondo fatato è ad attenderti.

Buon Natale! Buon Natale!

Gridano in coro gli omini sulla slitta
mentre i Babbi Natale ti salutan festosi.
Campanellini e musiche gioioso esultan l’evento
ma nell’infinito azzurro mille diamanti gialli
brillan all’unisono. Son comete! Tante scie di comete.
Mi porgon un tappeto per raggiungerle. Ci salto su.
Ed ecco come per incanto trovarmi accanto ad una grotta.
E’ speciale! E’ la casetta di Gesù.
Ho visto Maria e Giuseppe.
Ho visto gli Angeli giocare festosi.
Vi eran i Re Magi, i pastori, i bimbi come me.
Tanta folla; un’infinità.
Son voluta restare là, ma a voi tutti porgo il mio
Augurio Speciale.
Tanti Auguri di Natale!
Felice Anno Nuovo!

Ore 5:30 del 21/11/2012


Filosofi: folli e incompresi



E siamo i folli, gli incompresi
noi filosofi, poeti della società
perchè rompiamo i canoni odierni
della contemporaneità oltrepassando
i confini del linguaggio usuale
codificando il lessico in uno stato innovativo
di codici linguistici.
Noi innovatori nell’era delle nanotecnologie
e delle scienze “METAMORFICHE”.

Lasciateci il respiro
nell’espressione primordiale
della comunicazione.

Non distruggete le nostre identità.

21:42 del 2/11/2012
Pepita Rosa

A te mamma

Pensando a ieri…

Cristina, tu moglie fedele e sincera, amica, sorella, madre esemplare nella vita terrena; il tuo grande amore di mamma è cresciuto in noi diffondendosi nell’immensità, da vita ai ricordi più dolci, gioiosi. Sei il nostro sostegno, la nostra forza, la luce che illumina il cammino… “Risplendi” nell’immensità dell’etere. Ti cercherò nell’infinito mare. Ti troverò nel sorgere dell’aurora dell’inesplorabile cielo insieme agli Angeli e i Santi. Che il buon Dio ti accolga tra i suoi eletti nel Regno dei Cieli.

Una Prece.
Il marito e i figli.
































Come un angelo

Come un angiol disceso dal cielo Ti posavi leggera su me. Mi donavi il tuo bacio sincero: la carezza soave d’amor. Tu sei fiore di nivee corolle: sei la donna che piace più a me; il profumo gentile del fiore dona pace e brezza al mio cuore. Il suo bianco è la dolce purezza, il suo rosso è l’ardore del tuo cuore, mostra tutta l’ardente passione, tu avvinci, conquisti il mio cuor.

Sei l’amore, la vita per me, sei l’amore, la vita per me, sei l’amore, la vita per me!

N.B. sono versi dell’autore Ricchiuto Antonio.

Ti vogliamo bene mamma. Tuo marito e noi figli.